Internet of Things

“Internet …misura di tutte le cose”

Internet-of-Things

Internet of ThingsIoT, o Internet delle cose è l’applicazione di Internet agli oggetti d’uso quotidiano.

Elettrodomestici, TV, automobili, apparecchi elettromedicali, sistemi di monitoraggio, domotica, robotica, smart city, configurano un mondo sempre connesso, in cui ogni respiro dell’uomo è legato alla grande rete.

Persino oggetti comuni come la sveglia che anticipa l’ora della suoneria se c’è traffico sulla tangenziale o il pallone da basket che memorizza i tiri, e li invia ad un dispositivo remoto.

Nascono nuovi problemi di sicurezza delle informazioni.

Se infatti nel campo dell’informatica classica, fatta di PC, Smartphone, Tablet, etc. esistono sistemi di protezione che mitigano il rischio di violazione della privacy di ciascuno, nel caso dell’ Internet of Things, molto spesso ogni oggetto connesso non dispone di opportuni mezzi atti a garantirne la sicurezza.

Si pensi ad una moderna automobile in cui dispositivi come motore, serrature, sistemi di apertura del cofano, freni, riscaldamento, sono connessi a Internet e potrebbero essere controllati da remoto, persino in perfetto anonimato.

Lo scenario è quello in cui nel vicino 2020 ci saranno più di 25 miliardi di “cose” in grado di inviare e ricevere dati via Internet.

Si parla anche di quarta rivoluzione industriale, e se un’azienda non dovesse riuscire ad aggiornare le proprie politiche a questo nuovo modello di business, rischierebbe di rimanere fuori dal mercato. Eh sì, al centro c’è sempre il mercato.

Resta dunque da augurarsi che non sia una involuzione, che riporti l’uomo ad un oscurantismo, in cui invece di dominare la tecnologia, ne viene passivamente ingoiato.

“Internet delle Cose”  rischia di diventare “Internet misura di tutte le cose”.

Il pensiero va a Leonardo da Vinci, che aveva previsto e anticipato molte delle innovazioni che hanno caratterizzato il nostro tempo, ma allora …era l’uomo “la misura di tutte le cose”.

P.V. Avolio


Le 4 Rivoluzioni Industriali

  1. Seconda metà del ‘700. – Tessile e Metallurgico. Macchina a vapore.
  2. 1870 – Elettricità, Prodotti Chimici e Petrolio
  3. 1950 – Elettronica, Telecomunicazioni e Informatica
  4. 2011 – “Sistemi Cyber-Fisici” (CPS Cyber-Physical Systems) Macchine Intelligenti sempre connesse a Internet

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: